Nostalgia di Google Reader? The old reader. Anche su android.

Sono sincero, da utente di Google Reader, quando ne fu annunciata la chiusura ne fui dispiaciuto.

Ho imparato comunque a farne senza, anche se delle funzionalità di aggregazione e condivisione che avevo integrato anche in quesito sito per condividere rapidamente articoli interessanti, ne ho sentita la mancanza. Almeno fino a quando non ho scoperto l’esistenza di un servizio che ne eredita tutte le funzionalita: the old reader.

Il servizio ricalca le funzionalità del compianto Google reader ed ha un app android, che non è altro che estensione di un’altra app che funge da aggregatore: news+.

Per farla breve, con due app ritroviamo tutti i feed sottoscritti tramite the old reader su qualsiasi dispositivo android.

Due utilizzi “alternativi” che ne faccio:

  1. aggregatore di annunci di lavoro, raccolti dai vari portali e filtrati secondo le mie esigenze
  2. aggregatore e gestore di podcast; dopo aver provato vari gestori di podcast, ho scelto di usare la combinazione delle suddette app. Molto comoda la funzione di ricerca podcast.

Tutta la tua Musica “on the cloud” con google music

20121218-021538.jpg

Stavo cercando un servizio cloud che mi consentisse di salvare la mia libreria musicale online, più che altro per averla sempre a disposizione in caso di ripristini o cambio dispositivi.
Poi mi sono ricordato che anche in Italia è attivo Google Play Music, che permette di caricare on the cloud e mantenere sincronizzate cartelle di musica e direttamente la libreria iTunes o Windows Media Player. (purtroppo non direttamente dall’iPhone, per ora).
Una volta caricata la musica può essere ascoltata via internet, scaricata, condivisa… È anche possibile acquistare i brani.
Per sincronizzare occorre installare Music Manager su PC. (vi verrà consigliato quando vi collegherete per la prima volta). La stessa applicazione permette di scaricare in blocco tutta la libreria caricata.
C’è anche la web app, utilizzabile via smartphone, solo per l’ascolto. Vedi foto